Avvisi e bandi | Concorsi

BANDO CONCORSO PUBBLICO PER ASSUNZIONE CON CONTRATTO DI FORMAZIONE E LAVORO, PART-TIME (30 ORE SETTIMANALI), A TEMPO DETERMINATO PER 24 MESI DI UN “ISTRUTTORE DIRETTIVO” SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E SOCIALI - CAT. D POSIZIONE ECONOMICA D1

Pubblicato il bando di concorso per un contratto di formazione e lavoro, servizi demografici e sociali

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

VISTO l’art. 3 del CCNL integrativo del comparto Regione Enti Locali del 14/09/2000 che disciplina il contratto di formazione e lavoro;

CONSIDERATO che il contratto formazione e lavoro, la selezione e l’assunzione sono regolati dall’art. 36 del D.Lgs. 165/2001, dal D.L. 726/84 convertito con modificazioni nella legge 863/1984 e dalla Legge n. 104 del 05/02/1992 per l’assistenza e l’integrazione sociale ed i diritti delle persone diversamente abili;

VISTA la Legge 10/04/1991 n. 125 che garantisce la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso ai posti di lavoro, come previsto dall’art. 57 del D.Lgs. 165/2001;

VISTO il D.L. 1 aprile 2021 n.44, recante “Misure per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-COV-2, di giustizia e di concorsi pubblici”, come convertito con modifiche, in legge n.76, del 28 maggio 2021;

VISTO il “protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici” pubblicato dalla presidenza del consiglio dei Ministri, Dipartimento funzione Pubblica, il 15-04-2021 e validato dal comitato tecnico-scientifico nella seduta 29 marzo 2021, finalizzato a disciplinare le modalità di organizzazione e gestione delle prove selettive, per consentire lo svolgimento in presenza in condizioni di massima sicurezza rispetto al contagio Covid-19;

VISTA la deliberazione di Giunta Municipale n. 90 del 21/09/2021, con la quale è stata approvata la programmazione triennale del personale 2021/2023 ed il piano occupazionale 2021, ed è stata prevista l’assunzione con contratto di formazione e lavoro (art. 3 CCNL 14.09.2000) di n. 1 istruttore direttivo, Cat. D1, nel Settore Servizi demografici e Sociali, part-time (30 ore settimanali), e tempo determinato per n. 24 mesi;

VISTA la propria Determinazione R.G. n. 273 del 16/11/2021 con la quale è stato approvato il presente bando;

RENDE NOTO

ART. 1 – SELEZIONE

     Il Comune di Urbania indice una selezione pubblica per titoli ed esami per l’assunzione a tempo determinato con contratto di formazione e lavoro di n. 1 “Istruttore direttivo” Settore Servizi Demografici e Sociali, categoria D, posizione economica D1, a part-time (30 ore settimanali), della durata di 24 mesi, che avverrà nel rispetto della normativa generale vigente in tema di reclutamento nelle pubbliche amministrazioni, ivi comprese le disposizioni riferite a riserve, precedenze e preferenze, utilizzando procedure semplificate così come previsto dall’art. 3, comma 3, del CCNL Comparto Regioni e Autonomie Locali del 14/09/2000.

Il progetto formativo è finalizzato all’acquisizione di elevata professionalità nel profilo indicato, ed in particolare nei servizi anagrafe, stato civile, leva, elettorale, statistica, servizi sociali, inclusi nell’ambito delle competenze del Settore Servizi Demografici e Sociali.

Le modalità di espletamento dell’attività lavorativa e l’articolazione dell’orario saranno regolate dal contratto individuale stipulato tra l’Amministrazione comunale ed il concorrente che risulterà classificato al primo posto nella graduatoria finale.

Il rapporto di lavoro sarà costituito e regolato con apposito contratto individuale, previo accertamento del possesso di tutti i requisiti dichiarati.

ART. 2 - TRATTAMENTO ECONOMICO

Al personale suddetto è attribuito il seguente trattamento economico annuo lordo, rapportato all’orario lavorativo settimanale, ai sensi del vigente C.C.N.L. del comparto Enti Locali, formato da:

  • Retribuzione tabellare annua lorda relativa alla Cat. D, pos. economica “D1”
  • indennità di comparto
  • tredicesima mensilità
  • assegno per il nucleo familiare se ed in quanto dovuto
  • trattamento incentivante nei limiti delle risorse previste nel progetto di formazione
  • quant’altro dovuto ai sensi di legge e del CCNL Comparto Regioni-Autonomie Locali

Le suddette voci saranno ragguagliate al periodo effettivamente prestato.

Tutti gli emolumenti sopra indicati saranno soggetti alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali.

ART. 3 – REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE

Per l’ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti:

  1. Titolo di studio (uno dei seguenti):
  • Laurea specialistica secondo l’ordinamento ex D.M. 509/1999 in:
  • Giurisprudenza (classe 22/S) o equipollente
  • Laurea magistrale secondo l’ordinamento ex D.M. 22 ottobre 2004, n. 207 in:
  • Giurisprudenza (classe LMG/01) o equipollente;
  1. Età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 32 anni alla data di scadenza di presentazione delle domande di partecipazione alla selezione (età massima prevista dalla vigente normativa per i contratti di formazione e lavoro);
  2. Cittadinanza italiana; tale requisito non viene richiesto per i soggetti appartenenti all’Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 7 febbraio 1994;
  3. Idoneità fisica all’impiego per il posto al quale si riferisce la selezione. Prima dell’assunzione l’amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo il vincitore attraverso il medico competente di cui all’art. 2, c. 1, lett. H) del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81. E’ fatto salvo quanto disposto dall’art. 22 della Legge 5/2/1992 n. 104;
  4.  Immunità da condanne che costituiscono incapacità alla nomina, ai sensi delle vigenti leggi, e di non aver subito condanna per uno dei delitti di cui alla legge 19/03/1990, n. 55, art. 15, lett. A), b), c), d), e), f), come sostituito dall’art. 1, comma 1, della legge 18/01/1992 n. 16, salvo che sia intervenuta la riabilitazione;
  5. Godimento dei diritti politici;
  6. Iscrizione nelle liste elettorali;
  7. Non essere stato Destituito o Dispensato dall’impiego presso una pubblica Amministrazione, ovvero dichiarato Decaduto da altro impiego presso una pubblica Amministrazione;

I cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva devono essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo.

Tutti i requisiti sopraelencati devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione, stabilito dal presente bando. La mancanza anche di uno solo dei requisiti stessi comporterà l’esclusione dalla selezione e, comunque, dall’assunzione a tempo determinato, e saranno accertati, ai sensi delle vigenti norme regolamentari, contrattuali e legislative.

ART 4 – DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di ammissione alla selezione, unitamente ai documenti allegati, deve essere contenuta in busta chiusa (ad eccezione della modalità di invio tramite posta elettronica certificata), con apposizione sul retro del cognome, nome e indirizzo del concorrente e sul frontespizio l’indicazione:

CONTIENE DOMANDA PER CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER L’ASSUNZIONE CON CONTRATTO DI FORMAZIONE E LAVORO PART-TIME 30 ORE A TEMPO DETERMINATO DI N°. 1 ISTRUTTORE DIRETTIVO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E SOCIALI, CAT. D, POSIZIONE ECONOMICA D1.

Nella domanda di ammissione, redatta in carta libera secondo lo schema allegato al presente bando, i candidati, oltre alla precisa indicazione del concorso, debbono dichiarare:

  1. il cognome ed il nome;
  2. il luogo, la data di nascita e il Codice Fiscale;
  3. la residenza, l’eventuale domicilio se diverso dalla residenza con il numero di codice di avviamento postale, nonché l’eventuale numero telefonico, indirizzo e-mail e posta elettronica certificata ai fini della reperibilità;
  4. i titoli di studio posseduti;
  5. il possesso della cittadinanza italiana;
  6. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  7. le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso;
  8. la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
  9. di non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso un Pubblica Amministrazione, ovvero dichiarati decaduti da altro impiego presso una Pubblica Amministrazione ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d) del T.U. approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3;
  10. di essere fisicamente idonei all’impiego per il posto al quale si riferisce la presente selezione;
  11. gli eventuali titoli posseduti di preferenza per la nomina;
  12. di essere consapevole della veridicità delle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione al concorso e di essere a conoscenza delle sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 in caso di false dichiarazioni;
  13. di accettare incondizionatamente le condizioni previste dal bando e dalle norme regolamentari dell’Ente, concernenti l’ordinamento degli uffici e dei servizi e le modalità di accesso agli impieghi;
  14. di aver ricevuto l’informativa sul trattamento dei dati personali e di autorizzare il Comune di Urbania al trattamento degli stessi ai sensi del Regolamento europeo in materia di Privacy n.679/2016, nonché a rendere pubblici, mediante pubblicazione dul sito internet del comune, i dati necessari per lo svolgimento della procedura concorsuale.

I candidati non italiani appartenenti a Stati membri della Unione Europea dovranno dichiarare, in sostituzione di quanto previsto alla lett. e), del presente articolo, la cittadinanza posseduta e di godere dei diritti civili e politici dello stato di appartenenza, nonché di avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

Tutte le dichiarazioni, aventi ad oggetto il possesso dei requisiti e dei titoli necessari alla partecipazione dovranno contenere tutti i dati necessari ai fini dell’eventuale accertamento.

Gli aspiranti, portatori di handicap, devono specificare, nella domanda, gli eventuali ausili necessari, in relazione al proprio handicap, per poter sostenere le prove del concorso, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi, ai sensi dell’art. 20 della L. 05.02.1992, n. 104.

La domanda di ammissione deve essere firmata, pena l’esclusione dal concorso.

Le domande dovranno essere indirizzate al Comune di Urbania, Piazza della Libertà n. 1, 61049 URBANIA (PU), devono pervenire, a pena d’esclusione, entro e non oltre le ore 13 del giorno 13-12-2021, termine perentorio, esclusivamente attraverso una delle seguenti modalità:

  • a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento (in questo caso non fa fede la data di spedizione della domanda ma la data di arrivo al protocollo del Comune);
  • consegnate a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Urbania all’indirizzo sopra indicato (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il lunedì e il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.30;
  • inviate mediante posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: comune.urbania@emarche.it. A tal fine occorre precisare che i richiedenti dovranno apporre la firma digitale valida e rilasciata da un certificatore abilitato, secondo i dettami del D.Lgs n. 82/2005 codice dell’Amministrazione digitale e s.m.i., su tutti i documenti ove la firma viene richiesta, Essi dovranno inoltre utilizzare, a tutela dell’efficacia probatoria della trasmissione, una propria casella di PEC rilasciata da certificatore abilitato. Nel caso in cui il candidato non disponga della firma digitale come sopra definita, la domanda di partecipazione e tutti gli allegati dovranno risultare sottoscritti (firma in calce) acquisiti elettronicamente in formato PDF non modificabile e trasmessi come allegati.

Alla domanda deve essere allegata la fotocopia di un documento valido di riconoscimento ed, a pena di esclusione, la ricevuta di versamento alla tesoreria comunale della tassa di partecipazione al concorso di Euro 15,00.

Il versamento potrà essere effettuato, con la seguente causale: “Tassa partecipazione concorso per selezione Istruttore direttivo Settore Servizi demografici e sociali.”, come segue:

  • direttamente presso la Tesoreria Comunale BPER Banca S.p.A. Agenzia di Urbania, Corso Vittorio Emanuele II nn. 44/48
  • mediante bonifico bancario o postale al seguente IBAN IT 92 A 05387 68690 000043024519.
  • Tramite il portale Mpay (https://mpay.regione.marche.it/mpay/default/homepage.do)

Il recapito del plico è ad esclusivo rischio del mittente, l’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione delle domande a causa dell’inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o per eventuali disguidi postali, telegrafici o telematici o comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore. Non saranno prese in considerazione le domande presentate o pervenute successivamente al termine perentorio sopra indicato.

Responsabile del procedimento, è il Responsabile del Settore Servizi Demografici e Sociali Dott. Angelo Ravaioni.

ART. 5 – PROGRAMMA D’ESAME E TITOLI

Le prove d’esame verteranno sulle seguenti materie tecnico/giuridiche, e informatiche:

- Ordinamento degli Enti Locali D.Lgs. 267/2000 e s.m.i;

- Disciplina sul rapporto di pubblico impiego;

- Nozioni di diritto amministrativo;

- Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente – L. 24/12/1954 n. 1228;

- Regolamento anagrafico della popolazione residente – D.P.R. 30/05/1989 n. 223;

- Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile – D.P.R. 03/11/2000 N. 396;

- D.P.R. 20/03/1967, N. 223 “Testo unico delle leggi recanti norme per la disciplina dell’elettorato attivo e per la tenuta e la revisione delle liste elettorali”;

- Statistiche demografiche;

- L. 05/02/1991, n. 92 “Nuove norma sulla cittadinanza” – (acquisto, perdita, riacquisto cittadinanza italiana);

- Leva militare

- D.P.R. 28/12/2000, n. 445, “Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa”;

- L.328/2000 “Legge Quadro per la realizzazione del sistema Integrato di interventi e servizi sociali”;

- Utilizzo dei più comuni programmi informatici: word, excel, utilizzo internet e posta elettronica, accertata anche con eventuale espletamento di prova pratica su personal computer nel corso della prova orale;

- Conoscenza della lingua inglese.

L’esame consisterà in:

1° PROVA SCRITTA – quesiti a risposta sintetica aperta;

2° PROVA ORALE – colloquio individuale sulle materie del programma d’esame.

Il punteggio massimo a disposizione della commissione è pari a punti 62 così suddivisi:

Punti 30 (trenta) prova scritta;

La prova si intende superata con una valutazione di almeno 21/30;

Punti 30 (trenta) seconda prova orale

La prova si intende superata con una valutazione di almeno 21/30;

Saranno ammessi alla prova orale solo i concorrenti che avranno superato la prova scritta, conseguendo almeno il punteggio minimo di 21/30.

Punti 2 (due) per la valutazione dei titoli di studio

Ai sensi dell’allegato B del vigente “Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi- stralcio relativo a modalità di assunzione agli impieghi, requisiti di accesso e procedure concorsuali”, la commissione esaminatrice assegnerà il punteggio come di seguito riportato:

 

TITOLI DI STUDIO

  1. Il titolo di studio richiesto per l'ammissione al concorso o prova pubblica selettiva non è valutato.
  2. Il totale del punteggio disponibile per la valutazione dei titoli di studio ulteriori a quello richiesto per l'ammissione è ripartito nelle seguenti sottocategorie:

a)       titoli di studio di ordine pari o superiore a quello richiesto per l'ammissione al concorso o prova selettiva pubblica strettamente attinenti alla professionalità richiesta;

b)      titoli di studio di ordine pari o superiore a quello richiesto per l'ammissione al concorso o prova selettiva pubblica non specificamente attinenti alla professionalità richiesta, ma comunque attestanti il possesso di una più ampia e ricca formazione culturale.

  1. Ai titoli di studio di cui al comma 2 il punteggio è attribuito per intero a ciascun titolo, indipendentemente dal voto conseguito. Il riparto di punti deve privilegiare, nella valutazione, i titoli di studio strettamente inerenti al profilo professionale richiesto.
  2. I titoli di studio afferenti a discipline del tutto diverse da quelle richiamate dalla professionalità richiesta non possono essere valutati in questa categoria.
  3. Non sono presi in considerazione i certificati di studio attestanti la iscrizione e frequenza a corsi scolastici o ad altri istituti di istruzione ove non figuri o risulti l'esito favorevole del relativo esame finale sostenuto.
  4. Non vengono valutate le frequenze a corsi di studio o di specializzazione senza esami finali sostenuti nonché i titoli conseguiti presso scuole o istituti non legalmente riconosciuti.

 

SVOLGIMENTO DELLA PROVA SCRITTA

Ai sensi dell’art. 27 del vigente regolamento concorsi:

al candidato sono consegnate nei giorni di esame (durante lo svolgimento della prova scritta) due buste: una piccola contenente un cartoncino bianco sul quale sarà apposto il nome del candidato e una grande dove sarà inserita la prova scritta.

Successivamente alla conclusione della prova scritta le buste vengono raccolte in un pacco da suggellare e firmare sui lembi di chiusura da tutti i componenti la commissione e dal segretario. Il pacco è custodito dal segretario nel suo ufficio, salvo che, per motivi di sicurezza, il presidente non ritenga di custodirlo altrove.

Ai sensi dell’art. 28 del vigente regolamento concorsi:

nel giorno fissato per la correzione delle prove scritte, la commissione esaminatrice individua i criteri con i quali procederà alla valutazione delle prove dei candidati al fine di assegnare le votazioni che saranno espresse in forma numerica. La commissione, qualora ritenga che un elaborato non abbia conseguito la votazione minima richiesta, potrà esprimere la valutazione mediante il giudizio sintetico di non idoneità anziché mediante il voto numerico.

 

SVOLGIMENTO DELLA PROVA ORALE

Ai sensi dell’art 30 del vigente regolamento concorsi:

Prima dell'inizio della prova, la commissione stabilisce le modalità di espletamento e il numero dei quesiti da porre ai candidati. Quindi elabora una serie di domande di pari difficoltà inerenti le materie d’esame da sottoporre ai candidati previa estrazione a sorte. Nel caso di prova orale espletata in sedute successive, la commissione elabora all’inizio di ogni seduta una nuova serie di domande seguendo la medesima procedura.

I candidati sono chiamati a sostenere l’esame secondo l’ordine stabilito mediante sorteggio all’inizio della prova, se il numero dei candidati consente l’esaurimento della stessa in una sola giornata. In caso contrario, all’inizio della prova orale è estratta la lettera alfabetica dalla quale partire per la chiamata dei candidati elencati in ordine alfabetico di cognome. In tal caso, nell’ambito di ogni giornata di svolgimento della prova orale, l’ordine di presentazione dei candidati dinanzi alla commissione è determinato per sorteggio all’inizio della stessa.

Al termine di ogni seduta dedicata alla prova orale, la commissione esaminatrice forma l’elenco dei candidati esaminati, con l'indicazione del voto da ciascuno riportato

 

FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

 

Ai sensi dell’art 26 comma 4 del vigente regolamento concorsi:

Il punteggio complessivo finale per la formazione della graduatoria sarà determinato dalla somma del punteggio conseguito nella valutazione dei titoli e del voto riportato nelle prove d’esame determinato, ai sensi del comma 3 dello stesso articolo, come segue: la somma dei voti conseguiti nella prova scritta con la votazione conseguita nella prova orale.

ART. 6– COMMISSIONE ESAMINATRICE

La Commissione Esaminatrice, appositamente nominata, provvederà all’espletamento del concorso ed alla formazione della relativa graduatoria, in ordine di merito, dei concorrenti presenti, sulla base della valutazione delle prove e dei titoli, tenendo conto, in situazioni di parità, delle preferenze di cui all’art. 32 del Regolamento dei concorsi.

ART. 7 – ULTERIORI NOTIZIE RELATIVE ALLA SELEZIONE

La partecipazione alla selezione comporta l’esplicita ed incondizionata accettazione delle norme stabilite dalle vigenti disposizioni di legge e regolamentari in materia oltre che alle disposizioni specifiche di cui al presente bando di concorso, se ed in quanto non in contrasto con disposizioni gerarchicamente sovraordinate.

È fatta salva la possibilità di regolarizzazione delle domande che presentino irregolarità sanabili in base al vigente Regolamento concorsi successivamente allo svolgimento delle prove e comunque prima della formulazione della graduatoria definitiva.

Il termine fissato per la regolarizzazione avrà carattere di perentorietà.

Per ragioni di sicurezza e tutela della salute, il lavoratore, prima dell’assunzione, sarà sottoposto a visita medica di controllo, secondo quanto disposto dall’art. 41 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81. L’accertamento della eventuale inidoneità fisica, totale o parziale, del lavoratore costituisce causa ostativa all’assunzione.

L’assunzione decorrerà dalla data indicata nel contratto che sarà sottoscritto dal candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito e avrà durata di 24 mesi.

Il contratto di formazione e lavoro, in quanto contratto a tempo determinato, s’intende risolto di diritto alla scadenza indicata nel contratto medesimo e non potrà essere prorogato o rinnovato.

Durante il periodo di servizio verrà effettuato un percorso formativo di n. 130 ore, secondo il programma stabilito nel progetto approvato dal dirigente del servizio attività produttive, lavoro e istruzione della regione Marche

Ai soli fini del completamento della formazione di cui sopra, in presenza dei seguenti eventi, oggettivamente impeditivi della formazione stessa, il contratto può essere prorogato per un periodo corrispondente alla durata della sospensione stessa dovuta a:

  • malattia
  • gravidanza e puerperio, astensione facoltativa post-partum
  • servizio militare di leva e richiamo alle armi
  • infortunio sul lavoro.

Il candidato assunto in servizio sarà sottoposto all’espletamento di un periodo di prova, ai sensi e per gli effetti della vigente normativa.

Alla scadenza del contratto di formazione e lavoro l’Amministrazione si riserva la facoltà di trasformare il contratto di formazione e lavoro in contratto a tempo indeterminato, nei limiti delle capacità assunzionali, nel rispetto delle procedure previste obbligatoriamente dalla legge e fatte salve disposizioni normative intervenute successivamente.

ART. 8 – DIARIO DELLE PROVE

L’elenco dei candidati ammessi alle prove, il luogo e la data delle prove, saranno pubblicati unicamente sul sito del Comune di Urbania, www.comune.urbania.ps.it, a decorrere dal 07 GENNAIO 2022. Eventuali successivi rinvii, rettifiche o quant’altro inerente lo svolgimento del concorso.

Tale pubblicazione vale quale convocazione e sostituisce ogni altra notifica agli interessati. I candidati sono tenuti a consultare il sito del Comune perché non saranno inviate né comunicazioni, né convocazioni personali.

I concorrenti ammessi con riserva e risultati idonei all’esito delle prove, saranno successivamente invitati a regolarizzare la documentazione nel termine perentorio assegnato dall’amministrazione. La mancata regolarizzazione determina l’esclusione dalla graduatoria

Il Comune declina ogni responsabilità in merito alla mancata consultazione delle comunicazioni relative alla selezione da parte dei candidati in ogni fase della procedura concorsuale. Coloro che non risulteranno presenti nelle date di convocazione per lo svolgimento delle prove d’esame saranno dichiarati rinunciatari.

ART. 9 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Tutti i dati personali del concorrente di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento di questo procedimento concorsuale saranno utilizzati per lo svolgimento del concorso e per la conseguente assunzione;

I dati saranno utilizzati e trattati, anche con procedure informatizzate, nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali a cura del personale dell’Ente assegnato agli uffici preposti al loro utilizzo e conservazione per lo svolgimento delle procedure concorsuali e d’assunzione;

Come si evince dal contenuto stesso dell’avviso di selezione e dal citato regolamento concorsuale dell’Ente alcuni dati (es. le generalità) sono indispensabili per essere ammessi alla selezione, altri sono indispensabili al fine di attribuire benefici al concorrente (es. dichiarazioni dei titoli preferenziali) altri ancora sono funzionali allo snellimento delle procedure (es. numero di telefono, indirizzo di posta elettronica, ecc);

Se i dati richiesti non saranno forniti, il concorrente perderà i benefici in funzione dei quali i dati sono richiesti;

ai sensi dell’art.13, del Regolamento UE n. 2016/679, si informa che il titolare del trattamento dei dati personali è il Sindaco del Comune di Urbania e il responsabile del trattamento è il Responsabile del Settore Programmazione Finanziaria del Comune di Urbania;

ART. 10 – DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

È facoltà dell’Amministrazione procedere alla revoca del presente bando, prorogare, riaprire o sospendere i termini di scadenza, laddove sussistano motivate ragioni di interesse pubblico.

Per quanto non previsto nel presente bando, si fa espresso rinvio al vigente Regolamento relativo a modalità di assunzione agli impieghi, requisiti di accesso e procedure concorsuali, ed alle disposizioni di legge, regolamentari e contrattuali attualmente vigenti in materia.

Per eventuali chiarimenti ed informazioni gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Personale (tel. N. 0722/313175) dalle ore 10,00 alle 13,00 dal lunedì al venerdì.

Dalla Residenza Comunale, lì  16-11-2021

 

 

IL RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI

(Dott. Angelo Ravaioni)

torna all'inizio del contenuto